RETINOPATIA E MIOPIA

Perché controllare il peggioramento della miopia?

La Retinopatia Miopica

La retina è lo “schermo” dove si formano le immagini ovvero il tessuto situato nella zona posteriore dell’occhio che trasforma le immagini ricevute in impulso nervoso.
Gli occhi miopi sono spesso soggetti a patologie retiniche più o meno gravi. L’insieme di questi disordini viene definito in senso lato come Retinopatia Miopica. La gravità di questi problemi aumenta con l’aumentare della miopia.

Cause

Nella miopia l’occhio si allunga si senso antero posteriore cioè dall’avanti all’indietro. Da una forma simile a quella di una pallina da ping pong diviene più simile a quella di un uovo. Maggiore è la miopia maggiore l’allungamento del bulbo oculare. Queste alterazioni anatomiche portano ad uno stiramento della retina e lesioni nella periferia (piccoli fori e altre alterazioni dette Degenerazioni Regmatogene) perché la retina non riesce a compensare l’allungamento del bulbo oculare. Si possono avere anche alterazioni del polo posteriore (Stafiloma Miopico, Neovascolarizzazione Coroideale e altre). I casi di gravi alterazioni così come il distacco della retina possono portare alla cecità.

Terapie

Le rotture, i fori e le aree di maggior assottigliamento retinico vengono trattate con il laser (Argon Laser).

Per  la formazione di nuovi vasi sottoretinici in zona maculare (Neovascolarizzazione Coroideale) si usa la terapia fotodinamica (PDT) e le iniezioni intravitreali di farmaci detti antiangiogenici.

 

Il rischio di Retinopatia Miopica aumenta con l’aumentare della miopia

 

La slide di sotto fa parte di una presentazione del Dr. Bjorn Drobe, un ricercatore della Essilor, durante un convegno della Internation Academy of Orthokeratology tenuto a Tianjin in Cina all’inizio del 2015. Il grafico mostra due studi  (uno di Vongphanit del 2002 e un altro di  Liu del 2010) che, essenzialmente, mostrano lo stesso fenomeno: il rischio di Retinopatia Miopica aumenta con l’aumentare della miopia.

Sull’asse verticale è riportato il rischio in percentuale di sviluppare una retinopatia (da 0 a 100%), mentre su quello orizzontale è stata inserita l’entità della miopia in Diottrie (da 0 a -14).

Si vede che fino a circa 3 diottrie di miopia il rischio di Retinopatia Miopica è molto basso, da 3 a 6 diottrie di miopia il rischio aumenta gradualmente. Oltre le 6 diottrie i grafici si impennano cioè il rischio aumenta molto velocemente.

La miopia insorge in età scolare e, nella maggior parte dei casi, tende a peggiorare fino ad una età di circa 20/25 anni.

Dato che la miopia è in forte espansione in tutto il mondo e che in alcune nazioni specialmente orientali raggiunge percentuali molto elevate nella popolazione (anche 80-85% di incidenza) si rende indispensabile un progetto per la sua prevenzione e, di conseguenza, per la protezione della vista del genere umano.

L’ortocheratologia si è dimostrato un ottimo metodo di prevenzione del peggioramento della miopia. Esiste una lunga serie di ricerche scientifiche controllate  condotte in varie università del mondo che confermano più e più volte questa affermazione.